June 27, 2017

Bando di concorso per l’assegnazione di N. 5 Borse di Studio – Edizione 2017

Bando di concorso

 

Art. 1) – Finalità

La Fondazione Villa Mirabello ONLUS con sede a Milano, in via Villa Mirabello n. 6, 20125 Milano – tel. 02/6080295 – fax 02/45390632 – e-mail info@fondazionevillamirabello.it,

Intende onorare la memoria di Monsignor Edoardo Gilardi, geniale direttore della “Casa di Lavoro e Patronato per i Ciechi di Guerra di Lombardia” dal 1920 al 1962, fondatore della “Casa del Cieco” di Civate (Como), presidente della Fondazione “Pro Juventute” dal 1956 al 1962 (carica cui fu chiamato personalmente da Don Carlo Gnocchi), Cappellano del XII reggimento Bersaglieri nella Grande Guerra, pluridecorato al Valor Militare, Cavaliere della Corona d’Italia, Cappellano d’Onore del “Sovrano Militare Ordine di Malta”, Cavaliere dell'”Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro”, Croce d’Oro di Benemerenza “Pro Ecclesia et Pontifice”; Cameriere segreto di Sua Santità, Grande Ufficiale al Merito della Repubblica,

Assegnando 5 borse di studio del valore di € 1.000,00// cadauna, al netto della ritenuta d’acconto prevista per legge, a giovani non vedenti o ipovedenti.

 

Art. 2) – Requisiti.

Possono partecipare al concorso i giovani non vedenti o ipovedenti residenti in Lombardia, che alla data del 31/12/2016 non abbiano superato l’età di anni 30, che non abbiano beneficiato di altre borse di studio sovrapponibili per forma e contenuto a quelle previste dal presente bando e che negli ultimi 2 anni accademici abbiano conseguito un diploma di Laurea Magistrale.

 

Art. 3) – Presentazione delle domande.

Le domande di partecipazione devono essere redatte in carta semplice, firmate e fatte pervenire, mediante raccomandata postale, agenzia di recapito autorizzata o brevimano, entro il giorno 30/09/2017 al seguente indirizzo:

Fondazione Villa Mirabello Onlus – via Villa Mirabello n.6 – 20125 Milano.

Nella domanda di partecipazione i concorrenti devono dichiarare, sotto la propria personale responsabilità (D.P.R. 28.12.2000, n. 445, art. 46):

  • Cognome e nome;
  • Luogo e data di nascita;
  • Residenza;
  • Nome dell’Ateneo presso cui il titolo di studio è stato conseguito, con l’indicazione del voto di laurea;
  • Invalidità riconosciuta.

I concorrenti devono, altresì, indicare un recapito telefonico o informatico e l’indirizzo al quale desiderano siano inviate le comunicazioni relative al presente concorso.

La firma in calce alla domanda, da apporre in forma autografa, non è soggetta ad autenticazione, ma alla domanda dovranno essere allegati:

  • fotocopia della Carta d’Identità
  • fotocopia del Codice Fiscale del concorrente.

Le domande pervenute oltre il termine o incomplete si intendono escluse dal concorso.

 

Art. 4) – Commissione esaminatrice e criteri di valutazione

La commissione esaminatrice è formata dal Presidente della Fondazione Villa Mirabello, o da un suo delegato e da 2 componenti nominati dal C.D.A., scelti fra gli esperti di settore.

La commissione:

  1. A) definisce i criteri di valutazione dei titoli,
  2. B) attribuisce un punteggio al voto di laurea,
  3. C) predispone la graduatoria di merito,
  4. D) presenta al C.D.A. della Fondazione la graduatoria e il processo verbale.

 

Art. 5) – Proclamazione dei vincitori

Il C.D.A. approva la graduatoria predisposta dalla Commissione e decreta l’assegnazione delle borse di studio ai primi 5 classificati.

Gli esiti del concorso saranno comunicati ai candidati a mezzo posta e resi pubblici, mediante comunicati stampa ai media, alla stampa associativa e ai siti web dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, entro il 31/10/2017 e l’assegnazione delle borse di studio avverrà presso la sede della Fondazione Villa Mirabello, entro il 31/12/2017.

I vincitori delle borse di studio sono tenuti a comprovare la regolarità delle dichiarazioni rese nelle domande di partecipazione. A tale scopo, essi devono far pervenire all’Ente organizzatore, entro 30 giorni dalla comunicazione dei risultati concorsuali, certificazione, in carta semplice, originale o in copia autenticata di

  1. A) Certificato di Laurea;
  2. B) Certificato di invalidità.

I vincitori, che non producano la certificazione richiesta o le cui dichiarazioni risultino, in tutto o in parte, non veritiere, decadono dal beneficio. In tal caso, il C.D.A. della Fondazione, procede alla proclamazione di altri vincitori, secondo l’ordine della graduatoria di merito.

 

Art. 6) – Responsabilità.

La partecipazione al concorso implica l’accettazione senza riserve, da parte dei concorrenti, del presente bando. Il giudizio finale sui casi controversi e l’adozione di norme non espressamente previste dal bando, sono di pertinenza insindacabile della commissione esaminatrice nominata dal C.D.A. della Fondazione Villa Mirabello.

 

Art. 7) – Trattamento dei dati personali

Tutte le informazioni raccolte nell’ambito del presente concorso saranno tutelate ai sensi del d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196, “Codice in materia di protezione dei dati personali”.